Scarica Adobe Flash Player

Indirizzo internet:   www.lelite.it/pace.htm
ELISA PACE
 


Indirizzo:
Ladispoli (Rm).

Quotazione quadri:
da 2.500 a 4.500 €

Quotazione sculture:
da 2.500 a 5.500 €
(in bronzo minimo 4.500 €)
«Meditazione»
«Meditazione»
 
«Sirena»
«Sirena»
 

Scultrice e pittrice, ha conseguito la Maturità Artistica ed ha ottenuto il Diploma in Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Artista dal talento poliedrico, si esprime con successo attraverso tecniche e materiali molto diversi fra loro. Amante del linguaggio simbolico e figurativo, ha esposto in mostre e concorsi in diverse città ed ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti. Fra i premi più importanti si segnalano: targhe e medaglie al Premio Giubileo “Artista del Millennio” con pergamena di Papa Giovanni Paolo II e Gran Nomina di Cavaliere nell’Arte e Maestro d’Arte honoris causa presso l’Accademia Internazionale dei Dioscuri di Taranto. Recentemente l’artista ha partecipato alla rassegna “Pittura e Scultura 2011” dedicata ai 150 Anni dell’Unità d’Italia ed alla rassegna “Pittura e Scultura 2012” in onore del Corpo dei Bersaglieri, tenutesi entrambe presso l’Hotel Margherita di Ladispoli (Rm). Elisa Pace è stata recensita su giornali, riviste, radio, tv e cataloghi d’arte nazionali. Sue opere si trovano in numerose collezioni pubbliche e private, fra cui quella del Prof. Severino Antinori a Roma. Ha donato a Rita Borsellino l’opera “Omaggio a Rita Borsellino” in occasione della cerimonia per l’inaugurazione di una targa in onore del fratello Paolo presso una scuola di Ladispoli. L’artista ha inoltre devoluto l’opera “La Bellezza imperfetta” all’Ass. contro il Tumore al Seno di Marina di Giallorenzo (premiazione del Salotto Rosa 2015 a Ladispoli) ed ha realizzato un ritratto di Papa Francesco che ha personalmente regalato al Pontefice durante l’udienza generale del 17 aprile 2013. Ha recentemente partecipato a varie rassegne ( tra cui Eros, con l’opera Erosexy, e Stile Libero) presso l’Ass.ne InQuadro di Ladispoli. «Elisa Pace è un’artista che, attraverso i vari linguaggi espressivi affrontati, dimostra nel lavoro una semplicità meditata, una sensibile aderenza alla realtà, espressa attraverso strade interpretative sempre diverse. In particolare il suo modellato si mostra attento ad una figurazione immediata, ora vista con una sottile ironia, ora con una pacata sensibilità romantica. Elemento comune è l’attenzione ad un’umanità sensibile, di cui si indagano i sentimenti e le emozioni. E’ una ricerca in cui Elisa Pace ha saputo coniugare l’amore per la materia e la pratica del modellare, con un discorso che tiene conto dell’interiorità e di un’istanza etica espressa con onestà e sincera liricità.» (R. Perdicaro).