Scarica Adobe Flash Player

Indirizzo internet:   www.lelite.it/iaccarino-concetta.htm
CONCETTA IACCARINO
 


Indirizzo:
via Padre S. Zimarino, 7
66100 Chieti
tel. 0871 / 348323
cell. 333 / 9853884

Quotazione opere:
da 500 a 6.000 €

E-Mail: concettaiaccarino@live.it
«Atmosfera d’autunno» - t.m. - 80x60
«Atmosfera d’autunno» - t.m. - 80x60
 
«Anfitrite, sposa di Poseidone» - t.m. - 50x60
«Anfitrite, sposa di Poseidone» - t.m. - 50x60
 

Pittrice e poetessa nata a Chieti, ha insegnato Lettere. Ha esposto in numerose mostre personali e collettive, tra le più recenti: personali a Pescara (Mediamuseum 2013), Chieti (Museo Barbella 2014), Francavilla a Mare (Museo Michetti 2015), Miglianico 2015, Terni (Museo Diocesano 2015), Premio Internazionale di Pittura a Roseto degli Abruzzi, presente ad Expo 2015; tra le collettive segnaliamo: 2016, esposizione presso la Fortezza di Civitella del Tronto (con l’intervento di Vittorio Sgarbi); “I Colori del Bianco” al Foyer del Teatro Marrucino di Chieti; collettiva a Pescara al Museo Colonna; 2017, esposizione alle Cisterne Romane, Atri; al Circolo Aternino, Pescara; Omaggio ad Ovidio, Sulmona; collettiva presso la Bottega d’Arte, Chieti. «Concetta Iaccarino è una pittrice che opera nell’ambito di un figurativo contemporaneo, dalle caratteristiche espressive ed evocative molto evidenti. L’artista si presenta, infatti, davanti alla natura con la volontà di reinterpretare i soggetti attraverso uno sguardo poetico, capace di cogliere ed evidenziare gli elementi essenziali da un punto di vista comunicativo. La rappresentazione della realtà non si pone tanto su un piano naturalistico, quanto su una dimensione lirica e simbolica. Infatti i contenuti insiti nei soggetti, presuppongono una lettura che oltrepassi l’oggettività, per articolarsi in un linguaggio che spesso fa uso del simbolo e dell’elemento allegorico. Si può dire che attraverso una concezione panteistica della natura, appare una visione in cui la dimensione reale si fonde con le emozioni e i sentimenti più intimi dell’uomo, trasportati in un contesto a volte quasi fiabesco. Appare una natura spesso idilliaca, un mondo tratteggiato con segni sicuri, nitidi, disposti con un equilibrio compositivo non disgiunto da un’intrinseca dinamicità. L’artista si esprime con una cromia intensa e ricca di contrapposizioni tonali, dove non è predominante l’aderenza ad una rappresentazione oggettiva, bensì ad una immagine che fa dell’aspetto interpretativo il suo cardine essenziale. Sono infatti colori che sanno esprimere stati d’animo e atmosfere interiori, in un equilibrio che si colloca fra spunti legati ad un’esistenza quotidiana, ed elementi di un immaginario fantastico. Pittura che esprime una partecipazione intensa alla vita, dove il sentimento si condensa in una volontà comunicativa di forte contenuto estetico ed interpretativo tra ricerca di armonia e partecipazione alle istanze più intime dell’uomo.» (A. Bellani)