Scarica Adobe Flash Player

Indirizzo internet:   www.lelite.it/giannelli.htm
GIANNELLI / Il pittore delle stelle
 


Indirizzo:
via Villani Conti Clemente, 3
70020 Bitetto (Ba)
cell. 348/5222755

Quotazione quadri:
da un minimo di 2.000 € (18x24),
5.400 € (30x40),
15.700 € (50x70),
22.000 € (80x80),
45.000 € (100x100),
ad un massimo di 80.000 € (120x140).

Internet:
www.giannellisalvatore.it

E-Mail:
giannelli_salvatore@libero.it
«Il limite, dopo il bianco che c’è?» - tecnica ultradimensionalista - 100x80
«Il limite, dopo il bianco che c’è?» - tecnica ultradimensionalista - 100x80
 
«Singolarità in inflazione» - tecnica ultradimensionalista
«Singolarità in inflazione» - tecnica ultradimensionalista
 

Pittore, nato a Parabita (Le) nel 1946. Si è diplomato nel 1966. Ha studiato pittura a Milano e a Bari, dove è stato allievo di artisti di altissimo livello: E. Treccani e Lidia Celle. Ha tenuto mostre personali in Italia e all’estero. Ha partecipato a rassegne nazionali e internazionali con i maggiori artisti contemporanei ottenendo trofei, premi e riconoscimenti di rilievo. Recensito da noti critici d’arte: M. Micozzi, V. Sgarbi, P. Levi, G. Corduas, V. Cracas ed E. Bianchi su giornali, riviste e volumi d’arte. Sue opere si trovano nelle più grandi città del mondo in collezioni private, banche e musei. Ha realizzato un nuovo concetto estetico che ha dato origine alla nuova corrente artistica “L’Ultradimensionalismo”. Per meriti artistici è stato insignito “Cavaliere dell’Arte” e nel 2011 l’Acc. Santa Sara di Alessandria gli ha conferito la Laurea H.C. nel ramo delle discipline artistiche e letterarie. Nel 2016 il suo operato è stato selezionato e pubblicato dal critico Vittorio Sgarbi nel suo progetto editoriale “Italiani” attestando la validità del suo impegno stilistico. «L’opera di Salvatore Giannelli è frutto di una ricerca di tipo intellettuale e concettuale che giunge a sorprendenti risultati estetici. Egli ha elaborato, infatti, una personale corrente artistica denominata “Ultradimensionalismo” attraverso la quale ottiene risultati di grande valenza espressiva. Considerando infatti la sua attività pittorica, si nota subito un evidente dominio della tecnica grafica e cromatica, espressa con colori intensi che ci suggeriscono spazi sconfinati, cosmi possibili di grande suggestione lirica ed evocativa. Ma la visione dell’artista non è solo di tipo emozionale, egli si avvale anche di una profonda riflessione culturale e razionale. Realizza infatti una comunicazione che si definisce attraverso implicazioni di carattere tecnico e scientifico, fino a giungere ad una visione etica e morale. Tutto questo attraverso un’iconografia di grande fascino figurale, ampiamente evocativa nel suo rigore, fatta di ritmi, segni e strutture che trasportano l’osservatore in luoghi e dimensioni lontani. Si crea un’atmosfera di purezza assoluta, simbolica, che parla dell’universo, del cosmo, senza dimenticare l’uomo e la sua ricerca di assoluto.» (Vito Cracas)