Scarica Adobe Flash Player

Indirizzo internet:   www.lelite.it/catalini.htm
STEFANO CATALINI
 


Indirizzo:
via Fontanelle, 13
62010 Mogliano (Mc)
cell. 368 / 7871091

Quotazionene opere:
da 500 a 10.000 €

E-Mail:
stefano.catalini@libero.it
Internet:
www.stefanocatalini.org
«Foresta fossile» - t.m. su legno - 113x85
«Foresta fossile» - t.m. su legno - 113x85
 
«Muro segni» - t.m. su tela - 40x50
«Muro segni» - t.m. su tela - 40x50
 

Pittore ed incisore, è nato a Mogliano (Mc) nel 1961. Dopo la maturità artistica ha frequentato l’Acc. di Belle Arti di Macerata ed è stato allievo di Remo Brindisi e Magdalo Mussio. Ha allestito varie mostre personali: 2005, S.Severino (Mc), Palazzo Servanzi Confidati; Camerino (Mc), Palazzo Comunale; 2010, Loro Piceno (Mc) Arte Club Il Maniero; 2012, Muccia (Mc), Teatro Leopoldo Marenco; 2013, Macerata, Galleria Laboratorio 41; 2014, Amsterdam (NL) Arps & Co. Gallery. Ha partecipato a diverse esposizioni collettive: 1983, Ancona, Arte Club Rebus; 1984, Macerata, Pinacoteca Comunale; 1984, Ascoli Piceno, Palazzo Comunale; 2008 e 2010, Macerata, Galleria Antichi Forni; 2011, Jesi (An) Museo Diocesano; 2012 Colmurano (Mc), Museo Ventura; 2013, Urbino, Casa di Raffaello; Heerenveen (NL), Art Gallery; 2015, Amsterdam, Art Fair; 2016, Milano Mad Gallery; Oxford (GB), Art Fair; 2016 Corigliano Calabro (Cs), Castello; Pescara, Media Museum; 2017, Roma, Coronari Art Gallery; Avezzano (Aq), Studio 1; Gall. La Pigna, Roma; Gall. Zerouno, Barletta. Pubblicato su: Percorsi d’Arte in Italia, Il Resto del Carlino, Voce Aperta, OverdeKunst, L’Elite. Hanno scritto del suo lavoro i critici: A. Ventura, D. Cristallini, C. Nalli, R. Perdicaro, A. Soricaro, D. Cardaci. Sue opere si trovano presso il Museo Diocesano a Jesi, il Palazzo Comunale di Colmurano, il Pal. Servanzi Confidati di S. Severino M., la Biblioteca Naz. di Cosenza, l’Ospedale di Heerenveen, il Museo del Biroccio Marchigiano di Filottrano (An). Sue opere si trovano in collezioni in Olanda e Svezia, e in permanenza presso: Art Gallery Heerenveen, Arps & Co. Amsterdam, Studio 1 Avezzano, Showroom Lube Caldarola, Carl-Gustav Yrwing Stoccolma. «L’opera di Stefano Catalini si incentra sul valore della materia e si condensa in suggestioni evocative che rimandano ad ambienti e immagini di percorsi interiori. Appare la volontà di ritrovare tracce, elementi della memoria, che riaffiorano in una sottile visione lirica e personale. E’ una pittura fatta di segni, di accostamenti, di suggerimenti formali dove vengono esplorate tutte le molteplici possibilità iconografiche e creative. L’operazione segnica diventa una ricerca di intensa caratterizzazione espressiva, che ci conduce in luoghi emblematici, pervasi di un intenso silenzio interiore. Il frammento diventa un elemento simbolico che si pone come sintesi in un complesso e raffinato impianto formale, ricco di allusiva ispirazione.» (R. Perdicaro)